Due anni dopo

Sono passati due anni dalla pubblicazione del mio ultimo articolo. La vita. Al momento sono impegnatissima in cose, progetti, tesi, ricerca, studio, vita. Alcune sarà bello condividerle presto. Due anni e questo spazio per me non ha più un signficato. Vi leggo, e scurioso, di tanto in tanto. Ma… Se voglio qualcosa, un nuovo angolino… […]

Manuale di scrittura creativa, di Roberto Cotroneo (io avrei dato altri titoli)

Il sottotitolo, a essere generosi, avrebbe potuto essere: “La scrittura per dummies”. O forse “La scrittura creativa se non vi interessa la scrittura scrittura”. Un perfetto sommario? “Dopo questo manuale, mai più vorrete leggere un romanzo di Roberto Cotroneo”. Perché è vero, si dice che non tutti i grandi esperti e professionisti e geni di […]

Libri in vacanza: Il leopardo in Croazia

Poche ciance: i thrilleroni fan furore perché sono appassionanti. Tanto appassionanti, che puoi affermare di non aver visto-notato-fatto niente circa il giallo sotto il sole che si consumava a pochi metri da te: il tuo compagno è annegato in pochi fatali istanti. Gli stessi istanti della scena clou del romanzo, quella da cui era impossibile…

In Italia con Truman Capote (Ritratti e osservazioni)

Il mio modo di leggere, ultimamente, è piuttosto anarchico. (O forse lo è sempre stato?) Qualsiasi parvenza di regolatezza nei confronti dei volumi che mi passano tra le mani è del tutto sbiadita. Forse è andata in vacanza. Sono una selvaggia ribelle della lettura! E la tendenza allo sfarfallamento sembra liberarsi del tutto nei confronti […]

Pagine strappate da: La linea della bellezza,

Per un attimo, nella cupa prospettiva di quel corridoio che era esclusivo territorio maschile, provò una solitudine che lo lasciò sconcertato: la sensazione, prossima al panico, di non avere niente in comune con quella casa e quelle persone.  […] rimase un secondo piantato sulla soglia dellastanza illuminata dalle lampade sentendosi ciò che in effetti era, […]

Passeggiate, di Jean-Jacques Rousseau [Libri sotto il ferro da stiro #6]

L’altro giorno stavo pensando una cosa. Che si presume che le letture più adatte ai periodi soffocanti di impegni siano quelle scivolose come acqua saponata, leggere come un respiro. Ossia libri usa-e-getta tutta trama e poca riflessione. Di certo spesso è così. Le peggiori tamarrate e commercialate le ho lette in periodi allucinanti, cercando di […]

Ferragosto in giallo, AA.VV.: pesante come la calura

Leggere una raccolta di racconti di autori vari comporta due fatti: il primo è che se la raccolta è orrenda la colpa è di tutti e di nessuno, e nel “mal comune mezzo guadio” bene o male non ce l’hai con nessun autore; il secondo è che se un racconto non ti convince non demordi, […]