Ai piani bassi, di Margaret Powell. Cosa è, e cosa non è!

La prima cosa che vi dico è cosa non è Ai piani bassi di Margaret Powell. Certi studiosi affermano che la gente degli articoli legge in genere solo l’inizio, poi li abbandoni o corra alla fine: mettete che io scriva subito che Ai piani bassi m’è piaciuto e magari voi chiudete il post, lo comprate, […]

Da leggere: Il posto dei miracoli, Grace McCleen

  Non avevo molte persone con cui parlare a parte papà quindi cominciai a parlare con Dio. Judith ha dieci anni e parla con Dio. – Sei Dio vero? – Shhh, – ha detto la voce. Fa anche altre cose, però. Costruisce mondi in miniatura nella sua stanza, fatti di carte e rifiuti e oggetti […]

Feste varie e sonnacchiose, La ballata del caffè triste, di Carson McCullers

Confesso: quando ero piccola ero convinta che il 1° maggio fosse giorno di festa nazionale perché era il mio compleanno. (Ecco, ora lo sapete e mi dovete fare tutti gli auguri! Ecco! Nel caso c’è pure un wishlist su anobii). Ok, sì, lo giuro, lo giuro che poi ho capito che non è così. (Nonostante […]

Mi sa che Stevenson approverebbe Lansdale!

… cincischie dopo aver letto La sottile linea scura, di Joe R. Lansdale “Il trucco del mio mestiere? Non essere mai noioso.” Così titolava un brano su La Repubblica di sabato scorso. Era un bel due paginette di consigli agli scrittori scritte da Robert Luis Stevenson, parte di un saggio rivolto ai giovani finora inedito […]

Un romanzo bellissimo: La casa rossa, Mark Haddon

Ho letto un romanzo bellissimo. No. Un attimo. Facciamo un passo indietro… … ci sono romanzi che mi piacciono un sacco: di solito però può essere perché, in particolare, mi piace come sono scritti. (Esempio: Un segno invisibile e mio, di Aimee Bender) O perché in particolare mi piace cosa scrivono. (Esempio: Stoner, di John […]

L’uomo di Primrose Lane, di James Renner

Ho impiegato relativamente molto tempo a leggere L’uomo di Primrose Lane, di James Renner. Perché: 1) Era la prima volta che leggevo un romanzo tanto lungo (500 pagine e giù di lì) in ebook. Non sono abituata a vedere la percentuale di avanzamento andare tanto lentamente, mi mette ansia. Così come mi mette un po’ […]

Momenti di trascurabile felicità, di Francesco Piccolo – e un po’ di chiunque legga

Non ci sarebbe bisogno di una quarta di copertina-riassunto-trama. Momenti di trascurabile felicità. Chiaro, no? Quei momenti di felicità piccole, di felicità che non dovrebbero essere felicità, di pensieri belli in un giorno bello e belli in un giorno brutto. Le cosine piccine. Quelle nella scatola dei ricordi che sembrano non avere senso ma sono […]

Letto versus comprato

Leggevo, poco fa, qualche battuta di Einaudieditore su twitter, riguardo un paio di romanzi della casa editrice. È un paradosso, ma la realtà è che oggi è più facile vendere Joyce di Grace McCleen. — Einaudi editore (@Einaudieditore) 13 marzo 2013 Fa riferimento a due ultime uscite: l’Ulisse di Joyce nella nuova traduzione di Celati […]

Sul “come” del racconto: Educazione siberiana, libro e film

In un articolo in cui raccomanda la lettura di Educazione siberiana di Nicolai Lilin, Roberto Saviano pone in apertura un consiglio ricevuto da Goffredo Fofi: “Affacciati alla finestra e raccontami cosa vedi, scendi giù, attraversa cosa vedi.” Il racconto del vero, la narrazione dell’esperienza e di mondi esistenti più incredibili (sia nel meglio, ma più […]