Che faccia ha uno che non legge ebook

L’altro giorno la mia parrucchiera mi raccontava di come due suoi clienti fossero coinvolti in una diatriba riguardante una baruffa tra i loro cani (in realtà una faccendina che continua da mesi ad animare il quartiere, quasi quanto gli avanzamenti nel cantiere del supermercato, in stallo da tre anni) e a lei toccasse sorbirsi le ragioni dell’uno e dell’altro e dare ragione all’uno e all’altro.

Insomma, a volte ci sono situazioni in cui esprimere un’opinione può essere una faccenda scomoda come il mio divano spigoloso. Finché si tratta di chiacchiere tra amici, al massimo ci si rimedia un allegro pesce in faccia. Finché sono barzellette su un blog, al massimo ti trovi i follower decimati da un post un po’ ironico sulla Chiesa Cattolica.

Ma che risponde un libraio se un avventore gli chiede se è meglio l’ultimo di Moccia o quello di Volo?

E un edicolante di sinistra quando un suo abituale frequentatore si lamenta dello schieramento politico di un quotidiano come Repubblica?

Quando si tratta di vendere e clienti e ambiente di lavoro, c’è da starsene un po’ stitici, in quanto a opinioni personali.

Ma per fortuna ogni tanto le apparenza vengono in soccorso. E se con il ragazzo rasta appena tornato da Amsterdam che gira con sandaletti e una bandiera della pace a mo’ di gonna è probabile tu possa parlare tranquillamente della volta in cui da giovane ti sei fatto una canna ed eri convinto di vedere un ornitorinco, allora puoi di certo lamentarti di quei trabiccoli digitali chiamati ebook con un distinto vecchietto di almeno ottant’anni che sta sfogliando i libri da mezz’ora al tuo banco di libri usati al mercatino. Giusto?

Basta poco per intavolare due chiacchiere. Lui le racconta che ha già tre edizioni di quel volume ma questa che ha appena trovato proprio gli manca, lei solleva gli occhi dallo smartphone su cui sta cincischiando e risponde e… detto fatto, eccoli lì persi a parlare di libri. (E io cerco tra i libri e origlio.)

“Che poi è proprio il profumo della carta,” dice lei con passione. “Il peso dei libri tra le mani. Mica come quella robaccia digitale che va tanto di moda tra i giovani. E’ uno status symbol, mi sa. L’ebook fa perdere tutto il significato e la storia di leggere un libro. Un libro vero. Come questi.”

E allora il vecchietto attempato guarda la giovane venditrice e il suo sorriso convinto. Serra per un attimo le labbra rugose come una prugna secca.

“Sa, signorina, lei che vende libri, sono i contenuti che fan la differenza, mica tutta ‘sta polvere che puzza di muffa. Io il lettore ebook ce l’ho e lo sa, signorina, che i libri classici sono gratis? E che posso vederli bene come voglio perché li ingrandisco? Ahhh, com’è bello esser giovani alla moda.”

E detto questo, ripone il volume che aveva adocchiato e se ne va.

E io? Beh, sorrido alla venditrice e le dico tutta allegra: “Ce l’ho anche io il lettore ebook!” E poi mi metto a seguire il vecchietto al successivo banco di libri. Ho l’impressione che abbia buon gusto.

Annunci

25 pensieri su “Che faccia ha uno che non legge ebook

  1. Ahahah.
    Io non sopporto chi si ostina a dire “ah, il profumo della carta” XD, anche perché in realtà il profumo della carta lo si poteva sentire nel millennio scorso forse, negli ultimi50 anni il “profumo dei libri” è solo un misto di colle e plastica.

      • Allora sarà l’odore della carta 😀
        Nemmeno io annuso i libri (mi piace di più la sensazione tattile ) ma sono stata più volte in aziende dove la carta viene tagliata e lavorata…e l’odore finale del libro ha molto poco della carta vera 😛

  2. a me piace il profumo della carta 😦 mi piace di meno quando i libri sono di mio padre o di mio nonno che puzzano appunto di muffa. nulla contro le tecnologie, ma se si rompe l’ebook e perdo tutti i libri? è meno probabile che la libreria di casa prenda fuoco 😀 ma bisogna essere aggiornati. mi sono convinta a comprarlo perchè, come diceva il nonnino, i classici, che io adoro, sono gratuiti e i libri costano di meno

    • Ma se si rompe l’ebook i libri non si perdono!
      Comunque, io sono come te, meglio tutto che non diciamo di no a niente ;D L’odore dei libri non l’ho mai ben capito, perché di gente che ne parla ne ho vista, ma gente che li annusa mica tanta 😉

    • Che poi io capisco il discorso del cartaceo. Per me l’ebook rimane una dimensione molto volatile e “usa e getta”, quindi capisco il discorso della “storia” di un cartaceo… però insomma, mi pare un po’ romanticizzata e ottusa tutta ‘sta faccenda

      • Prima dell’arrivo degli ebook questi feticisti che annusano i libri dove stavano?!

        Ma a parte questo: il formato è così importante? L’Odissea va letta in formato libro – che al tempo in cui venne messa per iscritto non esisteva? Perché non pretendono di leggerla su tavola cerata o su rotolo di papiro?

        E se viene Omero a cantargliela, gli dicono di levarsi di torno perché non ha l’odore della carta addosso? 😀

        Scusatemi, sono un cretino, lo so.

  3. Idolo nonnetto!!!
    Comunque io amo il mio Kindle, me lo coccolo, lo vezzeggio, ma l’odore della carta continuo ad adorarlo, così come sono rimasta affezionata a tutte le piccole manie che affliggono i lettori compulsivi e che richiedono la carta. Io cerco di alternare, un po’ ebook, un po’ carta.

    • Ma pure io 🙂 Non smetto manco di acquistare e accumulare compulsivamente, anzi. L’odore della carta non mi interessa molto, ma tenere in mano un libro e metterlo in libreria è un’azione insuperabile ;D

  4. Oh, mi sono salvata per neanche un mese xD
    Ti dirò, io mi sa che un po’ feticista la sono. Per me l’esperienza del leggere comprende anche tutto quello che riguarda il libro fisico, trovo l’ereader comodissimo e lo adoro, però a volte quando leggo ebook sento che mi manca qualcosa. Ci sono libri che proprio mi dico che avrei preferito leggerli in cartaceo, per rendere la lettura più ‘piena’. Ma sono io che sono feticista, non gli ereader a essere manchevoli xD
    Ma davvero ti si eran decimati dopo quel post? Quanti son fuggiti innanzi alla tua ruditudine? ò_ò

    • io sono feticista fino alla morte, e casa mia che esplode di libri ne è la prova 🙂 mai detto di preferire l’ebook, ci mancherebbe! Sono proprio gli ebook che sono manchevoli, è una mancanza intrinseca e inevitabile 🙂 però gli ebook sono utili, e la funzionalità ci fa comodo…

      (sì, nel giro di tre ore sia qua che su fb “casualmente” eran diminuiti di una manciata 😉 il che può essere indicativo sulla mancanza di dialogo nel mio post accusata…)

  5. Anche ai sessantenni (e più) piacciono gli ebook.
    Una signora che conosco ne ha ricevuto uno in regalo e si trova così bene che li distribuisce ad amici e parenti quando può.
    In ogni caso lei non ha smesso di leggere i libri ‘di carta’ e di comprarli, né di regalarli. Un po’ come me.
    È bello così.

  6. Ci sono i pro e i contro, come in ogni cosa. Io preferisco i libri “tradizionali” vuoi perchè non ho l’ebook e non penso di comprarlo vuoi perchè ho paura che, se magari scarico un libro e questo mi piace, alla fine non lo comprerò perchè preferisco prendere qualcosa di nuovo e non lo avrò mai nella mia libreria. Mente malata la mia :\
    Però se me lo regalano mica lo butto nell’immondizia, eh 😉 E poi ha ragione il vecchietto:sono i contenuti che fanno la differenza! 😀

    • Il lettore digitale che preferisce gli ebook al cartaceo devo ancora trovarlo!
      Tutti quelli che conosco io sono anzi fanatici del cartaceo… 😉 Di mio posso dirti che considero ancora l’ebook un “usa e getta” come libro, ma se mi guardo intorno ho la casa colma di libri che ho letto ed è finita lì la questione, letti e dimenticati, e a pensarci averli non mi interessa granché 🙂 al contrario ci sono romanzi irrinunciabili nel cartaceo, che divengono ricordi fisici…
      Ma alla fine, diciamolo, ci si lamenta tanto che si legge poco e poi si critica pure una cosa che potrebbe solo far leggere di più 🙂

  7. Io amo sia il cartaceo che l’e-book, in e-book tendo a prender le offerte lampo e a farmi scaricare da mio fratello i libri gratis ( ….) quel libri che in cartaceo sono incollati ma costano 20 euro lo stesso, in cartaceo non rinuncio a quei libri di cui amo il contenuto ( sempre prima di tutto il contenuto!) ma che sono anche ottimi oggetti da guardare e toccare, quei libri rilegati a filorete, in buona carta ecc… tipo Sellerio, Marcos y Marcos, Minimum fax, 66thand2nd, ecc…
    I due supporti per me sono complementari, ottime invenzioni entrambi ! 🙂 il vecchietto ( grandissimo!) poi ha ragione , con l’e-reader se una ha gli occhi stanchi può ingrandire le lettere quanto le pare ed è un piacere! 🙂

  8. A me capita una cosa strana. L’e-reader mi va benissimo per la piscina, il mare, anche per casa. Ma se vado in montagna, lì avverto proprio il bisogno fisico della carta. E non ho ancora ben capito il perché…

  9. Che bella questa storia, voglio uscire a cena con questo vecchietto.Anche io adoravo i libri con i loro profumi, le loro orecchie per tenere il segno e quando diventano vecchiotti che belle le pagine ingiallite. Ma quando ho scoperto i libri elettronici non ho più potuto farne a meno. All’inizio mi sentivo come Paperon de Paperoni mentra fa il bagno nei soldi, avete presente vero? Troppa “ricchezza” mi rendeva superficiale, ma ora sono diventata “brava” e posso assicurare, che tra un cartaceo e un elettronico di sicuro scelgo il secondo: una sera ho la vista più stanca? nessun problema, basta ingrandire le parole. Se poi vogliamo parlare della mia libreria: è un sogno, vabbeh virtuale, ma niente polvere, niente tarlo della carta e tutti i libri che voglio.

  10. Ciao…sto scrivendo da un tablet, ma al piacere di vedere la mia libreria piena non rinuncerei volentieri…è vero che i libbri letti spesso diventano ricettacolo di polvere, ma vuoi mettere rispetto a dei file in bianco e nero che si perdono in un hard disk.

Dimmene quattro! (o quante ne vuoi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...