Pseudoracconto in telefono-forma

phone

Si prega di lasciare un messaggio

h 07.05 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leo, tesoro? Sono la mamma… perché non rispondi?”

h 07.20 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leo? Mmm, ho provato a chiamarti sul cellulare, perché lo lasci sempre spento? Leo, c’è qui con me la Gigetta che è venuta a darmi una mano a preparare i tortelli, vorrebbe salutarti, che è tanto che non ti vede e- Gigetta, niente, non risponde, poi riprovo eh. Leo, amore, chiamami.”

h 10.04 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leo? Son mamma. Hai ricevuto i miei messaggi?”

h 11.32 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Perché non rispondi? C’è la Gigetta, eh, che poi va via.”

h 12.14 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leo, son mamma, se dopo pranzo non sei di tirocinio passa qua, che ho fatto le polpettine come ti piacciono tanto e c’è pure un po’ di tortelli di patate che ho fatto con la Gigetta. Ma non venir dopo le quattro, che devo passare dalla Rossella a vedere le foto del matrimonio della figlia, cara ragazza, ma brutta eh, poveretta, dovrò far finta di niente e… magari porto una torta? Quella alla menta e cioccolato che così te ne lascio una fetta e-”

Biip

h 12.15 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

… e questo coso dura troppo poco, fa’ qualcosa, che non si riesce nemmeno a dire le due cose indispensabili. Se vieni che son già fuori, ti ho lasciato i contenitorini con le cose pronte in frigo, capito? Non chiederli a tuo padre che quello non sa nemmeno trovare il suo naso senza che glielo indichi. La Gigetta è andata via, ma c’è a pranzo domenica, tu vieni vero? Tesoro, mi chiede sempre quanto ci farai conoscere la tua fidanzata, glielo dico io che sono impaziente, ma sei un testardo, tu. Che, ti vergognerai mica di tuo padre? Beh, passa che ci son le polpettine.”

h 12.17 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Ovviamente prima ero io, la mamma.”

h 14.18 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leo, sono tuo padre. Puoi chiamare tua madre e dirle che non è vero che non vieni a pranzo con la tua fidanzata a causa mia? La mia sanità mentale ringrazia.”

h 15.23 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leo, sono Michele, volevo dirti che hai lasciato il cellulare da me. Ehm, stanotte. L’ho acceso ora e, beh, ci sono un po’ di chiamate da parte dei tuoi. Poi mi dovrai spiegare che cazzo vuole tua madre alle sette del mattino.”

h 16.43 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leeeo? Leeeo? Sono Elly, il tuo gufetto maniaco. Non credere di poterti eclissare con Michi da una cena per andare a far cosacce senza poi raccontarmi tutto per filo e per segno! Che avete combinato, finalmente? Aspetto aspetto aspetto, baci baci baci. Sì, lo so che mi vuoi bene.”

h 17.58 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leo, son mamma, tuo padre mi ha detto che hai perso il tuo cellulare e che hai preso le polpettine e i tortelli, bravo, stai mangiando, vero? Uff, questa storia del vivere da solo ancora non mi convince, tesoro. Comunque, c’è l’offerta al supermercato dei peperoni, se vuoi li prendo anche per te. Per domenica fammi sapere se vieni con la tua fidanzata, ci sono i tortelli col sugo come ti piace, e c’è anche la Gigetta con Enzo, che son di compagnia.”

h 19.14 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Immagino tu sia in palestra, visto che son le sette. Ho visto che la tua mail ora, prima ero in negozio, e… Lo sai, mi conosci, lo sai che certe cose non le so dire e forse sono un po’ idiota ad approfittare del fatto che tu non abbia risposto e che domani potrò far finta di niente perché anche tu farai finta di niente. E… cazzo lo sai, è stato bello e anche io voglio che funzioni. Lo voglio davvero, Leo.”

h 20.01 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leo, sono ancora Michi, ti ho lasciato un messaggio delirante prima, ehm, fa’ finta di niente, ok? Comunque… c’è mia madre che continua a rompere su questa storia dei tortelli di patate e della prossima domenica a pranzo a casa tua. Ehm, dice che ci sarà la tua fidanzata… Devo preoccuparmi? Chiamami quando torni. O passa da qui, ho ancora il tuo cellulare e tua madre continua a chiamare. Beh, non passare solo per il cellulare, però, io metto su la pasta anche per te. Ciao.”

h 22.11 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip.

Biip

Leo, son mamma. Ma non sei mai in casa? E il tuo cellulare è di nuovo spento, devi far la denuncia, magari vacci con tuo padre che lui queste cose le sa fare. Ho sentito la Gigetta, dice che domenica tu e suo figlio Michele venite insieme. Ma quindi la tua fidanzata non viene? È colpa di tuo padre, vero? A me puoi dirlo.”

h 23.58 – Risponde la segreteria telefonica di Leonardo, si prega di lasciare un messaggio dopo il bip solo se strettamente necessario.

Biip

Leo, sono Leo. Domani ricordati di quanto in questo momento sei felice. E di chiamar mamma.”

***

Annunci

23 pensieri su “Pseudoracconto in telefono-forma

  1. Dopoa lettura di questo pseudoracconto in telefono-forma sono contento di non avere una mamma italiana, la ucciderei dopo 5 minuti stuffandola con una porzione di tortelli 🙂

    Alex

  2. Purtoppo la mia mamma non mi ha mai fatto i tortelli, così ho mangiato quelli delle mamme delle mie compagne, che non telefonavano alle segreterie telefoniche e lo confesso erano e sono anche migliori delle loro figlie, ma forse sono io che sono il peggiore……..biiip

  3. Pingback: Pseudoracconto in telefono-forma | Depresso Gioioso

Dimmene quattro! (o quante ne vuoi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...