Leggere nella neve: Io sono Febbraio, di Shane Jones

Immaginate questo: una cittadina da novecento giorni sotto il dominio di Febbraio (sì, con la lettera ben maiuscola) – un Febbraio che fa sprofondare gli adulti nella depressione, che rapisce bambini e vieta di volare.

Quattro persone vengono trovate nel campo. Sono in piedi, hanno la testa piegata all’indietro, le braccia congelate contro i fianchi. Gli occhi chiusi, la bocca spalancata e ricolma di neve.

L’inverno infinito è una delle metafore più immediate per rappresentare una condizione umana negativa, eppure sempre efficace. Basta guardare oltre la finestra di casa, in questi giorni, per accorgersene. E in questi giorni Io sono Febbraio di Shane Jones sembra il romanzo ideale e l’occasione per ritrovarsi tra le mani un piccolo tesoro.

Sarà che io tendo a essere conquistata da scritture che si inventano ed esprimono con pienezza. Non narrazioni che attingono alla poesia, ma poesia che si fa racconto… parola che esplora i propri poteri suggestivi, ma anche visivi, fisici: le disposizioni del testo di questo libricino (ISBN Special, tra le mie edizioni preferite!) sono studiate, misurate come pause in un flusso musicale.

Racconto a più voci che si alterna ad immagini semplici e inquietanti, che ti addentano lo stomaco,  ad elenchi (oh, che belli gli elenchi di Io sono Febbraio, che belli!), a volte una sola frase, limpida sulla pagina bianca.

La notte scorsa, in città, tutti hanno sognato che le nuvole si sfaldavano come carta bagnata fra le loro mani

Io sono Febbraio è una favola nera che crea un mondo alla Tim Burton con un cattivo alto, lungo e arrufato, una bimba con gli aquiloni dipinti sulle braccia, e una ragazza che “sa di fumo e miele”.

E non è un racconto per l’infanzia… è crudo, crudele, ambiguo. Un’allegoria difficile, a mio parere: è necessario soppesare la storia per alcune pagine prima di prendere la misura del suo tono frammentario e apparentemente caotico e immergersi nel racconto.

Chi è Febbraio? Shane Jones sembra dare una vera e propria risposta… dà spazio anche alla sua voce, un cattivo umano, che sembra “non poter fare a meno di fare del male”. Colpisce l’innocenza dei bambini, ed è ciò che riscuote gli abitanti della cittadina e li spinge a una ribellione verso di lui, una guerra a Febbraio fatta di pensieri d’estate e sole, di secchi d’acqua calda scagliati contro la neve…

Odori, sapori, dettagli, sogni, incubi, visioni, natura, grottesco, animali, maschere… Io sono Febbraio è poetico e fumoso quanto visivo: il dolore si afferra, palpabili sono le emozioni anche nei momenti più semplici. Indimenticabile è il mondo che si aggrappa alla speranza e combatte, pure apparendo combattivo e crudele, per riconquistare il sole e il calore dell’estate.

Io fino all’ultimo ho tenuto per Febbraio, il cattivo. Devo rileggero, comprendere il perché. Cercare i biglietti della “ragazza che sa di miele e fumo”, che come uno spettro scivola tra le pagine, fino alla conclusione, fino a due soli…

Volevo scriverti una storia sulla magia. Volevo conigli che spuntassero dai cappelli. Volevo palloni che ti sollevassero fino al cielo. Ma è diventato tutto nient’altro che tristezza, guerra, afflizione. Non l’hai mai visto, ma dentro di me c’è un giardino.

A me Io sono Febbraio è piaciuto tantissimo, ma non credo sia adatto a tutti. E’ per lettori che amano sentire la voce dello scrittore, anche quando si fa esagerata, le favole amare e grottesche, le emozioni uncinate allo stomaco e a immagini pure, le narrazioni senza schemi.

In ogni caso, potete gustarvi il percorso musicale (EDIT: al momento offline)che ISBN ha pensato come accompagnamento, e una lista (vi ho già detto che le liste di Io sono Febbraio sono tanto belle?), che m’è molto piaciuta e ho voluto riportare qui, in conclusione.

Lista di Artisti che Hanno Creato Mondi Fantastici nel Tentativo di Curare Attacchi di Tristezza

1. Italo Calvino

2. Gabriel García Márquez

3. Jim Henson e Jorge Luis Borges: Labirinti

4. Il creatore di MySpace

5. Richard Brautigan

6. J.K. Rowling

7. L’inventore del gioco per bambini Lite-Brite

8. D.A. Levy

9. David Foster Wallace

10. Gauguin e i Caraibi

11. Charles Schulz

12. Liam Rector

Io sono Febbraio
Storia dell’inverno che non voleva finire mai

di SHANE JONES
Traduzione di Dafne Calgaro
176 pagine
Prezzo di copertina 13,50 euro

6b7aa92e1589a65c57958af35f888bfd

Annunci

13 pensieri su “Leggere nella neve: Io sono Febbraio, di Shane Jones

    • Ci sono un sacco di liste 😛
      E sai che è pure dentro un cofanetto? Decisamente lo sanno vendere bene, ecco 😉
      Febbraio è il mese che non sopporto pure io, però qui è troppo imperfetto perché mi riesca di odiarlo. Coi cattivi di Batman era più facile…

  1. Pingback: Imparare a scacciare rane accarezzando coccodrilli con Richard Brautigan e Il generale immaginario « lepaginestrappate

  2. non so dove ne avevo sentito parlare (forse a Fahrenheit? naa, non credo)…però il titolo mi aveva affascinata (chi è Febbraio con la F maiuscola?). Adesso me lo segno perché mi hai fatto venir voglia di leggerlo.

  3. … lo voglio. Cioè, lo volevo anche prima, ma prima ero pronta ad attendere pazientemente che mia sorella me lo spedisse dalla Germania. Ora non ne sono più tanto sicura.
    (Jim Henson e Brian Froud, né? *__*)

  4. Ciao!
    Ha fatto impazzire anche me quel libro! Tant’è che è entrato a far parte della mia “Lista dei libri meravigliosi”. Non sapevo avessero creato anche un percorso musicale! Peccato che ho provato a cliccare sul link che hai inserito, ma non funziona e non riesco a trovarlo su altre pagine.. Non è che riusciresti a farmelo avere in qualche altro modo? Sono troppo incuriosita dal sapere quali musiche abbiano potuto scegliere per accompagnare un romanzo del genere!

    • Ciao, purtroppo da quando han modificato il sito non è più visualizzabile 😦 sicuramente scrivendo alla redazione sapranno darti un nuovo link, sono molto gentili e disponibili!

Dimmene quattro! (o quante ne vuoi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...