Di albumi e romanzi montati.

E’ tutta questione di scienza.

https://i0.wp.com/media-cache-ec2.pinterest.com/upload/169166529723022243_nn9mftlK_c.jpg

Prendi un uovo, lo batti contro il bordo della ciotola, lo apri, fai la conchetta col guscio e separi il tuorlo dall’albume.

https://i1.wp.com/media-cache0.pinterest.com/upload/155092780887130423_0AZrQIWd_c.jpg

Poi prendi la frusta elettrica e l’accendi. Zzzzzzzzzzz—- Era palliduccio, l’albume, un opaco ingiallito. E invece eccolo! Eccolo, che diventa bianco, schiumoso!

Incorpora aria – bolle piccole e grosse, bollicine – e le proteine si srotolano come nastrini e si stendono a far da copertine alle bolle d’aria. E giusto per tenerle più al sicuro coagulano, così da divenire più durette. Con un pizzico di acidità, il reticolo è perfetto.

Ecco. E’ così che si monta a neve l’albume.

Come si fa invece a montare quattro parole (letteralmente quattro) banali su un gatto e su un topo e farlo divenire un romanzo? E far sì che questo romanzo sia in cima alle classifiche dei libri più venduti?

Al modico prezzo di 10 euro per 10 minuti di lettura.

Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico. Luis Sepùlveda, Edizione Guanda, 2012, 10 euro.

https://i2.wp.com/www.daringtodo.com/wp-content/uploads/2012/10/sepulveda.jpg

Vabbe’, prima di tutto devi chiamarti Luis Sepùlveda. Che c’è gente come me che freme d’eccitazione ogni volta che pubblica un nuovo libro, ma chi non ne ha sentito parlare? Insomma, essere abbastanza conosciuto da poter proporre tra le novità esposte in vetrina in tutte le maggiori librerie una stronzata del genere. Altrimenti son sicura che non ti caga nessuno.

Poi, devi aver già pubblicato un libro di successo dal titolo “La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare”. Ci hanno fatto pure un film? Tanto meglio! Così lo conoscono pure i polli. Se poi qualcuno può puntare il dito e dire che, insomma, una volta è carino, una seconda è un po’ uno scopiazzo, basta dire che c’è la gggrisi. E in gggrisi è buona pure la minestra riscaldata.

Poi devi scrivere qualche paginetta dal tono favolistico. Un gatto vecchio e cieco che diventa amico con un topo. Insomma, qualcosa di appassionante e originalissimo. Metterci qualche frasetta che possa dare una morale buona&giusta (siamo pure sotto Natale, quindi non guasta).

https://i1.wp.com/media-cache0.pinterest.com/upload/187321665720962043_xQsgX5ab_c.jpg

Sì, lo so. Suona interessantissimo…

Le paginette ricavate stampatele con un carattere tipo 85. Quello della prima linea dell’ottotipo, insomma, che pure io senza occhiali la vedo.

Poi, dato che il libro è comunque incredibilmente corto, e ancor più incosistente nei contenuti, che il lettore di anni ne abbia cinque o cinquanta, inserite:

1) Una copertina dallo spessore di 2 centimetri. Che se fosse stata di plastica e galleggiante avrebbe reso il libro perfetto per una lettura in vasca.

2) Contattate un ottimo disegnatore che faccia le illustrazioni. Così si vende bene ad adulti, bambini e analfabeti.

3) Qualche paginetta assolutamente fondamentale (!!!) sul motivo della passione per i gatti di Sepulveda.

4) Aforismi di Sepùlveda. Citazioni varie. La vostra lista della spesa. Le immagini di tutte le copertine dei romanzi scritti da Sepùlveda e pubblicati da Guanda. Il bigliettino di Natale per la suocera.

BENE!

Ora siete pronti a diventare acclamati scrittori. In fin dei conti tutto nasce da un uovo.

di Violettatestacalda@flickr

di Violettatestacalda@flickr

Advertisements

4 pensieri su “Di albumi e romanzi montati.

    • QUELLE UOVA!XD
      Diciamola tutta. Questo post è il risultato di 2 giorni trascorsi a perdere neuroni in negozi di elettrodomestici, cercando una tv, una stampante, e altre amenità di cui non capisco niente. Alla fine la mia testa era un uovo sodo davvero.

  1. A me la copertina aveva attirato molto, ma tra una storia e l’altra l’ho lasciato stare. Se è breve, però, lo leggo volentieri in libreria, giusto per togliermi lo sfizio!

Dimmene quattro! (o quante ne vuoi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...